Social

NSFW

Bad Dragon: i sex toys diventano una (epica) opera d’arte

Pubblicato

il

bad dragon

Signorsì: in questo articolo parleremo di dildo.

E non guardatemi con quella faccia. Per tutti i curiosi che intendono invece seriamente approcciarsi al mondo dell’auto-eccitazione tramite sex toys, presentiamo allora il sito probabilmente leader nel settore: Bad Dragon.

Fu fondata nel giugno 2008 da Jan “Varka” Mulders e tali “Athus”, “Narse” e “Raith”. Tutto ebbe inizio l’anno prima, quando “Varka” iniziò a creare nel proprio dormitorio in Scozia i primissimi prototipi. Al momento, la sede legale dell’azienda è a Phoenix, in Arizona.

Ma cosa avrebbero di tanto particolare questi oggetti? Banalmente, tutto: dalla forma, ai colori… alle dimensioni.

bad dragon

Certo, certo: un banalissimo corno di unicorno. Ovviamente.

Spulciando infatti nel sito principale, si apre davanti a noi un vero e proprio paese delle meraviglie, dove fantasia e realtà si intrecciano per creare opere a dir poco leggendarie.

Molti dei sex toys realizzati vengono infatti suggeriti dagli stessi fan del sito, principalmente esponenti della comunità furry. Perché, come dichiarato nella speciale conferenza venne tenuta ad Anthrocon nel 2008, lo scopo dell’azienda è di:

“Rendere reali i sogni di persone che hanno fantasie sulle loro specie preferite, sia in privato che in compagnia.”

Una frase che può decisamente suonare strana per molti, ma non deve necessariamente farlo. De gustibus, suvvia. 

Bad Dragon: un nome, una garanzia

Il nome dell’azienda è decisamente esaustivo, se vogliamo cercare di inquadrare solo alcuni dei falli finti presenti nello store: il brand si fa vanto di aver creato (per la prima volta nel mondo dei sex toys) “fedelissime” riproduzioni di genitali… draconici. Tanto maschili quanto femminili: non ci facciamo mancare proprio nulla. 

Insomma, se avete intenzione di risvegliare il dracarys che è in voi, non potreste fare scelta più giusta.

Il sito raccoglie anche i prodotti forse più richiesti in assoluto: i sex toys a forma di tentacoli. Ebbene sì signori: gli iconici tentacoli visti nei celebri hentai giapponesi.

Una vera e propria rivelazione per chi si è sempre chiesto cosa ci trovassero di così eccitante i giapponesi in merito: ebbene da oggi, potreste scoprirlo voi stessi. 

Le citazioni, quelle necessarie

Tra i fantasiosi oggetti, alcuni ci ricorderanno qualche figura in particolare: è il caso ad esempio del modello Ridley, che cita (nientepopodimenoche) il film Alien.

Bad Dragon: i sex toys diventano una (epica) opera d'arte 1

Non solo: tra le citazioni vediamo anche un sex toy dedicato al Demogorgon di Strangers Things (corretto in Dongs), oltre ai già menzionati dildo in onore di Game of Thrones.

Banalmente, il sito cerca di abbracciare tutti i gusti sessuali, proponendo sia dildo esplicitamente dedicati al furry, quanto vere e proprie opere d’arte dalle colorazioni uniche e forme accuratamente ergonomiche in base a tutte le esigenze.

bad dragon

Certo è che il sito è divenuto celebre specialmente per le dimensioni colossali di alcuni, ponendosi come vera e propria challenge per i pornoattori di tutto il mondo. Non a caso, la Bad Dragon ha vinto per tre anni di fila (2016-17-18) il premio Altporn Awards per i suoi prodotti.

Se poi vi sentite un tantino intimoriti da alcuni modelli, potete sempre acquistare il relativo merchandising: decisamente più sobrio certo, ma facilmente riconoscibile.

 bad dragon

Ma tranquilli: Bad Dragon tutela accuratamente i propri acquirenti. Il nome della compagnia infatti non appare sugli estratti conto ed i prodotti ordinati vengono spediti in scatole scure ed anonime proprio per la discrezione. Avvisiamo però i potenziali clienti italiani che le spese di spedizione potrebbero risultare abbastanza alte: niente di nuovo però per chi è abituato ad acquisti oltreoceano.

Che siate quindi furry, semplicemente curiosi o solo divertiti dalle creazioni di questo sito, non vergognatevene mai: si trattano di mere fantasie dopotutto (assolutamente innocue) e poi, chi siamo noi per giudicare la sessualità di qualcuno? 

 

[mkdf_button size=”” type=”” text=”Se l’articolo ti è piaciuto, puoi supportarmi qui! ” custom_class=”” icon_pack=”font_awesome” fa_icon=”” link=”https://jolandanta.altervista.org/donazioni/” target=”_self” color=”” hover_color=”” background_color=”” hover_background_color=”” border_color=”” hover_border_color=”” font_size=”” font_weight=”” margin=””]

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

Scrittrice free lance, ammette senza alcun problema di essere appassionata di erotismo, in tutte le sue forme, sfumature e colori. Fate l'amore non fate la guerra, diceva qualcuno. Ebbene, non è poi così male come idea, dopotutto.

Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popolari