Social

Internet

SCP Foundation: l’evoluzione delle Creepypasta

Pubblicato

il

SCP Foundation: l'evoluzione delle Creepypasta 1

Nel lontano 2007, in quello che a molti era sembrato l’ennesimo post creepypasta nel forum 4chan /x/, sbuca dal nulla un post insolito, ben diverso dalle storie horror che avevano caratterizzato il sito fino a quel momento: il thread descrive SCP-173, una statua in cemento e fil di ferro che si è rivelata essere estremamente ostile e capace di uccidere qualsiasi persona a portata quando il contatto visivo diretto viene interrotto.

Con molta sorpresa, questo nuovo format divenne ben presto una delle novità più apprezzate nell’intero forum, portando tanta popolarità verso questo nuovo genere, dotato di toni scientifici, freddi ma allo stesso tempo intriganti. Tale articolo farà nascere nei successivi anni, pezzo dopo pezzo, quella che è oggi la SCP Foundation, in italiano “Fondazione SCP”: una collettività di scrittori online che al giorno d’oggi, sulla piattaforma inglese, conta più di 4000 articoli e più di 15 branche localizzate in varie parte del mondo.

Che cos’è la Fondazione?

SCP Foundation: l'evoluzione delle Creepypasta 2

L’universo in cui esiste la Fondazione è interamente basato sulle credenze personali dell’utenza: a causa del forte uso delle censure per simulare la segretezza dei documenti visualizzati e delle varie differenze d’opinioni, al di là delle informazioni di base tutti possono scegliere di credere ad un determinato “canone”, ovvero un filone narrativo con delle proprie “regole”; allo stesso tempo però, la Fondazione di base rimane (in quasi ognuno di essi), una agenzia segreta diffusa su scala globale che ha come unico obiettivo quello di mettere in Sicurezza (Secure), Contenere (Contain) e Proteggere (Protect) (letteralmente SCP) tutto ciò che viene identificato come “anomalo” rispetto alla nostra realtà. Tali SCP vengono poi catalogati con un numero e contenuti seguendo particolari procedure descritte nel documento loro dedicato.

E qui è necessario scendere nel dettaglio, poiché nessuna anomalia è identica alla successiva, la Fondazione le classifica in base alla loro pericolosità o alla loro imprevedibilità, che quindi costringono il personale ad adottare misure di contenimento sempre più stringenti o costose onde ad evitare una violazione delle procedure.

Possiamo trovare SCP considerati Safe, ovvero i più prevedibili o facili da contenere: attenzione, va sottolineato come anche un fucile automatico potrebbe essere considerato Safe, ma ciononostante se nelle mani giuste può comunque causare delle vittime.

Subito dopo i Safe troviamo gli Euclid, SCP alle volte imprevedibili o semplicemente non ancora studiati affondo: in questa classe troviamo spesso Anomalie umanoidi o senzienti che quindi possono rivelarsi particolari da contenere, letali in alcune situazioni.

Infine vi è la Classe Keter, gli SCP più pericolosi, imprevedibili o semplicemente troppo complessi per essere studiati: essi sono di solito oggetto delle misure di contenimento più rigide ed una fuga multipla di alcuni di essi potrebbe essere considerata un’emergenza contenibile solo tramite l’uso delle testate nucleari presenti nel Sito. Questi ultimi sono strutture speciali dislocate in precisi luoghi attraverso il globo e assegnate alle mansioni più varie.

SCP Foundation: l'evoluzione delle Creepypasta 3

Menzione particolare meritano i membri del Personale della Fondazione, divisi anche loro per classi:

  • La Classe A, quella costituita dal personale amministrativo e che occupa le alte cariche della Fondazione; la loro protezione è essenziale per tenere in vita l’organizzazione e i migliori tra essi vengono inclusi nel Comando O5, l’apice della Fondazione, ove i 13 Overseers (Sovrintendenti) controllano ogni ambito dell’SCP; per tali motivi, il loro accesso agli SCP è limitato ai soli documenti;
  • La Classe B, costituita dal personale scientifico e di ricerca, è la mente della Fondazione, quella che si occupa di capire come contenere al meglio le Anomalie o di studiarle per comprendere la loro reale natura; il loro accesso agli SCP può essere occasionalmente diretto ma la loro sicurezza deve essere sempre garantita in caso di violazioni nel contenimento;
  • La Classe C, la spina dorsale della Fondazione, che comprende per la maggior parte i militari o personale armato capace di contrastare efficacemente determinate anomalie; i più specializzati tra loro vengono raggruppati nelle Squadre Speciali Mobili (SSM in italiano, Mobile Task Forces in inglese), gruppi d’elité formati dal meglio a disposizione della Fondazione e addestrati per ripristinare l’ordine in caso di violazioni o per catturare Anomalie a piede libero;
  • Infine abbiamo la Classe D, il personale sacrificabile, che include carcerati o altri colpevoli di crimini estremamente gravi e quindi destinati alla pena di morte; tali individui sono usati per i test dal vivo ove non è certo il risultato oppure in caso di pericolo per le altri Classi del personale e costituiscono il “corpo” che permette alla Fondazione di andare avanti nella sua ricerca.

 

SCP particolari e la Branca Italiana

Tra i tanti SCP finora esistenti, alcuni di essi hanno letteralmente “fatto la storia”, arrivando a costituire quella che è la Hall of Fame degli SCP. Ora che sapete in cosa vi state tuffando, perché non dato uno sguardo ai più importanti per poi proseguire nella lettura? Tutti i link, sulla sinistra della pagina, dispongono di un comodo pannello che vi reindirizzerà nella versione in italiano, se volete apprezzarne anche la traduzione.

SCP Foundation: l'evoluzione delle Creepypasta 4

SCP-173, la Scultura, è una statua in cemento armato ed il primo SCP mai creato: anche se assai breve e semplice, continua a trasmettere al giorno d’oggi quel tipico senso d’inquetudine che ti assale quando effettivamente non sai a cosa stai voltando le spalle.

Segue SCP-914, gli Ingranaggi, una macchina incredibilmente complessa che consente di “raffinare” o “peggiorare” qualsiasi oggetto o materiale venga inserito al suo interno. Oltre all’articolo in sé, questa creazione vanta alcuni dei test più variegati e numerosi dell’intera Fondaizone, che raccomando di esplorare a fondo.

Infine, vi suggerisco SCP-055, altro articolo che, nella sua semplicità rimane comunque intrigante e capace di incuriosire.

Menzione particolare merita anche la nostra personale branca nazionale, la Fondazione-IT, che si occupa da diversi anni della traduzione degli articoli in inglese e della creazione di SCP originali. Oltre a ciò, la Branca Italiana possiede una storia personale, un Concilio dei Sovrintendenti unico (costituito da nove membri) e anche svariati Gruppi di Interesse (altre organizzazioni che interagiscono con le anomalie, spesso con scopi diversi dalal Fondazione) legati alla nostra cultura e alla nostra storia: di seguito vi elenco alcuni tra gli SCP-IT più importanti e che sarete liberi di esplorare così come per gli SCP della Hall of Fame.

SCP-002-IT è un’Anomalia legata al fiume Piave e con un patriottismo unico: essendo uno degli articoli legati al RIDIA (ovvero l’ente che, sotto le dipendenze della corona fin dall’Unificazione, si occupava di gestire le Anomalie sul suolo italiano) ve ne consiglio la lettura affinché possiate familiarizzare con la “lore” della Fondazione IT al meglio.

SCP-015-IT invece tocca il lato religioso della nostra storia, parlando di una creatura definita dalla Chiesa (e dal suo ramo atto a gestire le anomalie, la Confraternita dei Cavalieri di San Giorgio o CCSG) “demoniaca” che si nutre dell’adrenalina rilasciata nel sangue umano durante situazioni di pericolo o di paura. Consiglio la lettura per coloro che cercano in queste storie un pizzico dell’horror vecchio stile.

Infine, SCP-019-IT parla di un’arma sviluppata dall’opposto della Fondazione Italiana, il Consiglio Fascista dell’Occulto, un ramo sopravvissuto alla Seconda Guerra Mondiale e dedicato all’usare le anomalie scoperte (o, come nel caso dell’articolo, create) come armi per assumere il controllo della Repubblica: comandati da un’uomo dotato di poteri anomali e sovrannaturali, il CFO rappresenta la più grande minaccia all’ordine che la Fondazione cerca di mantenere in Italia.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

19 anni, Universitario che vive nel suo guscio dove il più delle volte scrive, mangia e dorme.

Advertisement
Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Popolari